autorizzazioni e nulla osta
Autorizzazioni / Nulla osta / Pareri

Autorizzazioni deroghe distanze minime da infrastrutture ferroviarie

Autorizzazione in deroga alla distanza minima dalle infrastrutture ferroviarie in concessione

Home > > Autorizzazioni deroghe distanze minime da infrastrutture ferroviarie

La Città metropolitana di Venezia ha ottenuto dalla Regione Veneto la sub-delega in materia di funzioni relative alle deroghe alle distanze legali per costruire manufatti entro la fascia di rispetto delle linee e delle infrastrutture di trasporto, escluse le strade e le autostrade.

La Città metropolitana di Venezia è competente per la linea ferroviaria Adria-Mestre (denominata Vaca mora), unica linea in concessione.

La Città metropolitana di Venezia per il rilascio dell’autorizzazione richiederà il parere di competenza a Infrastrutture Venete S.r.l., azienda concessionaria del servizio ferroviario.

Per le altre linee ferroviarie del territorio provinciale/regionale è competente RFI (tel. 041.784748).

Responsabile del procedimento: ing. Nicola Torricella

Responsabile dell’istruttoria:
Geom. Ivano Modenese tel. 041-250.1263
e-mail: ivano.modenese@cittametropolitana.ve.it

e-mail: trasporti@cittametropolitana.ve.it
pec: trasporti.cittametropolitana.ve@pecveneto.it

Puoi richiedere l’autorizzazione attraverso la compilazione di apposita domanda, consegnando il modulo e gli allegati di seguito riportati tramite PEC all’indirizzo trasporti.cittametropolitana.ve@pecveneto.it;

Nel modulo verranno richiesti i seguenti dati:

  • i dati personali del richiedente: nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza attuale; nel caso di azienda sono necessarie la denominazione sociale, partita IVA, sede legale, e dati personali del legale rappresentante;
  • tutti i riferimenti al luogo di intervento: indirizzo e riferimenti catastali;
  • i riferimenti del professionista responsabile alla realizzazione dei lavori (compresi i recapiti a cui contattarlo);
  • l’elezione di domicilio per la pratica presso lo studio tecnico del professionista (al fine di semplificare e velocizzare l’iter).

Di seguito è riportato uno schema riepilogativo delle marche da bollo e oneri istruttori da pagare a seconda del procedimento:

ProcedimentoMarca da bolloOneri istruttoriTotale
Domanda Autorizzazione€ 16,00€ 50,00€ 66,00
Rilascio Autorizzazione€ 16,00€ 16,00
Domanda Aggiornamento Autorizzazione*€ 16,00€ 20,00€ 36,00
Rilascio Aggiornamento Autorizzazione*€ 16,00€ 16,00

*in caso di ulteriore richiesta in riferimento all’edificio per cui per cui l’Ente si è già precedentemente espresso ai sensi del D.P.R. del 11/07/1980 n. 753.

È possibile eseguire il pagamento intestato a “Città metropolitana di Venezia – Servizio Trasporti – Servizio di Tesoreria – San Marco 2662 30124 Venezia” in una delle seguenti modalità:

  • bonifico bancario sul conto bancario intestato a: Città metropolitana di Venezia – Servizio Trasporti – Servizio di Tesoreria – IBAN IT69T0200802017000101755752 UNICREDIT BANCA S.p.A. – Agenzia Mercerie dell’Orologio San Marco, 191 – 30124 Venezia con la causale: “(nome/cognome) DEROGHE DISTANZE”;
  • bollettino di conto corrente postale 17470303 intestato a: Città metropolitana di Venezia – Servizio Trasporti – Servizio di Tesoreria – San Marco, 2662 – 30124 Venezia, con la causale: “(nome/cognome) DEROGHE DISTANZE”
  • bonifico postale sul conto corrente postale intestato a: Città metropolitana di Venezia – Servizio Trasporti – Servizio di Tesoreria – IBAN IT16K0760102000000017470303 – con la causale: “(nome/cognome) DEROGHE DISTANZE”;
  • pagamento online con carte di credito o altri sistemi di pagamento elettronico utilizzando il seguente link http://cittametropolitana.ve.it/pagamenti-on-line.html, con la causale: “(nome/cognome) DEROGHE DISTANZE”.

Sezione in allestimento

  • P.R. n. 753/1980 Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto;
  • Lgs. n. 112/1998 Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 marzo 1997, n. 59;
  • R., n. 11/2001 Conferimento di funzioni e compiti amministrativi alle autonomie locali in attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112.

DOCUMENTI DA ALLEGARE:

La documentazione progettuale da allegare alla domanda, in formato .pdf e sottoscritta digitalmente dal tecnico incaricato, dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • Eventuali autorizzazioni e pareri precedentemente ottenuti;
  • Relazione tecnica dell’intervento;
  • Relazione fotografica;
  • Planimetrie e sezioni dello stato di fatto e dello stato di progetto, sottolineando la distanza minima (attuale e futura) dalla rotaia più esterna, gli scavi che verranno effettuati, sottolineando la loro profondità e la superficie ricoperta da eventuali platee in cemento;
  • Relazione geotecnica (se in presenza di scavi rilevanti) redatta da professionista abilitato ovvero Asseverazione, redatta da professionista abilitato, sull’ininfluenza degli scavi sul rilevato ferroviario (scavi di modesta entità e superficiali) e della conseguente non necessità della relazione geotecnica.

 In caso di nuove costruzioni di edifici o ampliamenti di edifici esistenti:

  • Relazione tecnica, redatta da professionista abilitato, atta a comprovare la valutazione degli effetti di vibrazione e rumore indotti dalla presenza di servizio ferroviario, ovvero Asseverazione sull’ininfluenza degli effetti di vibrazione e rumore indotti dal servizio ferroviario sul fabbricato e sulle persone.

Oltre alla documentazione tecnica, è necessario allegare:

  • ricevuta di versamento degli oneri istruttori e marca da bollo (si veda sezione MARCHE DA BOLLO E ONERI ISTRUTTORI)